Concerto
12 Febbraio 2022
16:00
Collescipoli (TR), Collegiata di S. Nicolò

Caterina Iora, soprano
Giulia Beatini, soprano
Giulio Mercati, organo

In hoc vexillo Crucis

Nicola Porpora (1686-1768)
Da Sei duetti latini sopra la Passione di Gesù Cristo:
Rigate lacrimis

Dietrich Buxtehude (1637-1707)
Praeludium in sol minore, BuxWV 163
Per organo

Nicola Porpora (1686-1768)
Da Sei duetti latini sopra la Passione di Gesù Cristo:
Mortis causa tu fuisti

Georg Böhm (1661-1733)
Preludio, Fuga e Postludio in sol minore
Per organo

Nicola Porpora (1686-1768)
Da Sei duetti latini sopra la Passione di Gesù Cristo:
Ab imo pectore

Alessandro Scarlatti (1660-1725)
Partite sull’aria della Folia
Per organo

Nicola Porpora (1686-1768)
Da Sei duetti latini sopra la Passione di Gesù Cristo:
In hoc vexillo Crucis

Caterina Iora
Diplomata in Canto Lirico al Conservatorio Verdi di Milano sotto la guida di Margaret Hayward, si è laureata poi col massimo dei voti in Canto Lirico sotto la guida di Luciano Pavarotti, perfezionandosi successivamente con Luciana Serra e Dante Mazzola (repertorio classico e romantico) e con Roberta Invernizzi (repertorio antico). Ha collaborato con le più importanti compagini liriche italiane (Teatro Alla Scala di Milano, Regio di Torino, Regio di Parma, Maggio Musicale Fiorentino…) e si poi è dedicata alla musica antica producendosi in numerosi concerti in Italia e all’estero partecipando alle stagioni del Concertgebouw di Amsterdam, Berliner Philarmonie, Esterhazy Palace di Eisenstadt, MiTo Settembre Musica, Festiva LaVerdi di Milano, Enescu Festival, Baroque Festival di Malta, Festival de La Chaise-Dieu, Festival de Sablé, Festival Pergolesi di Jesi, Opera d’Avignon et Rouen, Festival di Ambronay, Utrecht Early Music Festival, Göttingen International Haendel Festival, Opèra di Lyon, Antwerpen Singel Festival. È artista in residenza del Coro e Orchestra Ghislieri di Pavia diretto da Giulio Prandi. Collabora con importanti formazioni concertistiche quali I Barocchisti diretti da Diego Fasolis, LaVerdi Barocca diretta da Ruben Jais, Canto di Orfeo diretto da Gianluca Capuano, Ensemble Zefiro diretto da Alfredo Bernardini, Cappella Mauriziana, Monteverdi di Cremona, Solisti della Svizzera Italiana, ed è stata diretta da Direttori quali Giovanni Antonini, Ottavio Dantone, Alfredo Bernardini, Giulio Prandi, Marco Testori, Giulio Mercati, Bruno Gini, Mario Valsecchi. Ha inciso col Ghislieri Choir and Consort per Deutsche Harmonia Mundi e coi Barocchisti per Erato (soli per il CD La storia di Orfeo con Philippe Jaroussky).

Giulia Beatini si avvicina alla musica all’età di sei anni grazie all’esperienza del canto polifonico, parallelamente coltiva l’interesse per il teatro e l’improvvisazione. Con la formazione corale amatoriale Genova Vocal Ensemble si è esibita sin da piccola in Italia e in altri paesi d’Europa e ha preso parte a diverse stagioni dell’Auditorium Eugenio Montale di Genova mettendo in scena le opere per ragazzi I Capelli del diavolo, Totò Sapore e Il Malafiato (musiche di Andrea Basevi, testi di Roberto Piumini). Laureata in Filosofia, ha studiato Canto lirico e Musica vocale da camera presso i Conservatori di Genova e Torino. Collabora e si esibisce con Eutopia Ensemble e MDI Ensemble nell’ambito di stagioni che promuovono l’ascolto e la diffusione della musica del ‘900 ed è tra gli interpreti delle opere Magenzeit Opera (Gabriele Cosmi) e Trascrizione di un errore (Alexander Cheryschov) in prima esecuzione al 49° e al 51° Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia. Con Eutopia Ensemble ha partecipato alla prima esecuzione europea di Song from the Uproar The Lives and Deaths of Isabelle Eberhardt (Missy Mazzoli) durante i Musiktheatertage di Vienna e al Teatro della Tosse di Genova. Nutre una particolare predilezione per la musica antica e in questo ambito svolge attività concertistica con Cantica Symphonia, La Compagnia del Madrigale, Cappella Augustana, Ghislieri Choir & Consort, Il Canto di Orfeo e Coro Maghini con cui si esibisce all’interno delle più importanti stagioni e rassegne musicali nazionali e internazionali. Con La compagnia del Madrigale e Cantica Symphonia ha partecipato alla realizzazione di diverse incisioni: Claudio Monteverdi, Vespro della Beata Vergine – La Pifaresca, Giuseppe Maletto – e Cipriano de Rore, Vieni, dolce Imeneo Madrigali, pubblicati da Glossa; George Frideric Handel, Serse – Il Pomo D’Oro, Maxim Emelyanychev – per la Deutsche Grammophon. Collabora inoltre con il coro de l’Opéra de Dijon. Ha vinto il 2° premio al 16° Concorso Internazionale di Canto Cameristico Seghizzi, con i premi speciali per miglior finalista italiano, migliore interpretazione di un Lied e programma di maggiore interesse artistico. Ha interpretato Camilla nell’opera Il trionfo di Camilla di G. Bononcini a Palazzo Abergati (Bologna) e al Teatro Pavarotti di Modena per il festival Grandezze e Meraviglie.